Metodi di Lavoro

A.M.P.R.A.

 

Se l’unico strumento di cui una persona dispone è un martello,allora

tenderà a trattare ogni cosa come se fosse un chiodo”

(A. Maslow)

 

 

 

 

METODI DI LAVORO

 

 

 

Dai principi fondanti discendono il nostro specifico modus operandi nell’accostarci alle domande provenienti dalle persone e dalle istituzioni con le quali lavoriamo:

 

  • La lettura dei problemi e delle richieste in un’ottica integrata e relazionale, che a partire dal rispetto profondo del vissuto dei singoli, legittimato nelle sue espressioni esplicite e implicite, ne amplia la portata di senso inserendolo in un contesto allargato. Ne deriva un’analisi della domanda che vede la persona come nodo attivo di relazioni che chiede un adeguato riconoscimento della propria identità profonda, su tutti i piani su cui la vita si articola: fisico-corporeo, psichico-emozionale, relazionale, simbolico, valoriale.

 

  • La personalizzazione: l’adattamento dei trattamenti di diagnosi, prevenzione, formazione e cura alle singole persone e realtà (il principio di un approccio ”tailored”, “sartoriale” , in base al quale è lo psicologo che va incontro alla persona che richiede aiuto e si adatta alla sua unicità e alle sue particolari esigenze legate alla sua struttura di personalità, sensibilità e contesto di vita).

 

  • Il lavoro in equipe, in interscambio per creare modalità di approccio ai problemi che integrano saperi, ottiche, sensibilità e tecniche differenti e complementari, nella prospettiva di rispettare la complessità della persona a cui l’intervento è rivolto.

 

  • Utilizzo di una gamma ampia di strumenti di intervento, che operano su piani differenti e complementari, integrati fra loro: corporeo, emozionale, cognitivo-razionale, ideativo, con approcci derivanti in primo luogo dagli strumenti della psicoterapia della Gestalt, Transpersonale, Bioenergetico, e attraverso integrazioni con discipline di lavoro sul corpo sul piano energetico ed emozionale anche provenienti dalle tradizioni d’Oriente